Archivi del giorno: maggio 17, 2006

PlayStation 3: Spazio all’Open Source.

La compatibilità con Linux permetterebbe agli sviluppatori di creare piccoli software, senza la necessità di pagare una licenza.

Izumi Kawanishi, capo sviluppatore del Network System di Sony Computer Entertainment, ha reso noto che “l’utilizzo di Linux come sistema operativo della nuova PlayStation 3 permetterà lo sviluppo e l’esecuzione di programmi Open Source”.
Kawanishi ha confermato che lo sviluppo di questo genere di applicazioni non avrà alcun supporto da parte di Sony e che gli sviluppatori con licenza avranno a disposizione il Software Development Kit ufficiale, non disponibile per i programmatori occasionali.

Fonte:
E-linux.it

Lavorare nel campo IT è pericoloso

Un po ironico il titolo del post non come però si prefigge la pericolosità reale di particolari problematiche legate alla sedentarietà del lavoro svolto dalle persone che stanno 8 e anche più ore davanti ad un monitor come capita nellambiente IT.

Questa è l’analisi sia dei medici italiani sia degli stessi professionisti dell’ IT.

Troppo tempo passato davanti ad un pc provoca problemi circolatori dovuti appunto alla staticità del fisico stesso: i medici parlano quindi di equilibrare una sana attività fisica al sempre più stressante, anche psicologicamente, campo dell’ IT.

Un articolo di approfondimento lo si può leggere su Punto Informatico:
http://punto-informatico.it/p.asp?id=1488205

Statistiche, aziende e Linux

Di seguito si propone uno stralcio dell’ articolo apparso su 01net.it in cui si parla dell’ indagine di mercato fatta su 150 aziende italiane per capire GNU/Linux quanto possa influenzare o ambientarsi in queste realtà.

In Italia, Idc stima che il giro d’affari dei server Linux raggiungerà i 254 milioni di euro nel 2010 (nel 2005 il fatturato generato è stato di 125 milioni, in crescita del 22,4% rispetto all’anno prima).
“Tecnologie come Apache, MySql e JBoss stanno lentamente facendosi strada all’interno delle organizzazioni di tutti i livelli dimensionali – sostiene Enzo Viola, general manager e group vice president di Idc Southern Europe -. Sebbene meno mature e diffuse rispetto a Linux, le soluzioni applicative basate sull’opensource stanno guadagnando credibilità come valida alternativa o complemento al software commercialeâ€?.

Per leggere tutto l’ articolo:
http://www.lineaedp.it/01NET/HP/0,1254,1_ART_70267,00.html